OBlezio chi??

MiseriaCantare chi??

Miseria Cantare (The beginning) è il pezzo di apertura di Sing The Sorrow, un cd che ha cambiato la mia vita.
No, non esagero. L’acquisto di quel disco ha segnato la fine di una fase della mia storia e l’inizio di una nuova, due pezzi di quell’album sono tatuati anche sulla mia pelle, e tra l’altro il mio tatuaggio più grande è proprio Miseria Cantare sul mio fondoschiena.
A prescindere dal nick, chi si nasconde qui dietro? Nessuno, chi mai si è voluto nacondere?
Sono nata il 19 ottobre 1981, sono andata all’asilo (trauma che non ho ancora superato), poi alle elementari, poi alle medie che sono state di sicuro il periodo più bello di tutta la mia vita, poi alle superiori che sono state il peggiore. Ho studiato lingue, parlo bene inglese, ho studiato francese ma non lo pratico, ho anche studiato tedesco buttando nel cesso 3 anni durante i quali avrei potuto imparare lo spagnolo.
Non ho fatto l’università perchè dopo il diploma mi sono buttata subito nel meraviglioso mondo del lavoro, a volte mi pento ma spesso no, mi piace lavorare. Ho preso subiterrimo la patente e in 11 anni che guido non ho ancora preso una multa e ho fatto solo un piccolo tamponamento (per colpa mia. Mentre altre due volte mi hanno distrutto la macchina ma io non c’entravo).
Adoro smodatamente il sushi e il gelato, anche i tortellini ma vengono dopo. Conosco a memoria quasi tutti i classici Disney (e quando dico a memoria lo intendo letteralmente) e Balle Spaziali, l’unico film che posso doppiare dall’inizio alla fine se me lo fate vedere senza audio.
Non seguo lo sport tranne la Formula 1, che amo visceralmente. Non tifo Ferrari anche se sono di Modena, al momento il mio unico idolo è Mark Webber.
Musica ne ascoltavo di più anni fa, anni in cui mi ero convinta che mi piacessero cose che erano della vera mmmmerda. Ora ascolto di tutto, basta che mi piaccia e che si intoni con il mio stato d’animo del momento.
Mi piace viaggiare, anche se non posso dire di aver viaggiato tanto: il posto più lontano dove sono stata è l’Egitto e non ho nemmeno mai visto Roma.
Sono una persona molto, troppo sensibile, e grazie a questo ho un infallibile istinto nel giudicare le persone e le situazioni.
E mi piace scrivere, si vede.

MiseriaCantare e l’ammmore

Ho avuto tre storie serie (di cui una in corso), una vagamente drammatica, e una serie di incontri a fin di niente con un numero decisamente irrisorio di esseri di sesso maschile.
Nella mia vita mi sarò innamorata più o meno 129845 volte, ma l’uomo che amo oggi è quello con cui vorrei passare il resto della mia vita (sì lo so che si dice sempre così, però se non volessi passarci il resto della vita che ci starei insieme a fare?)

MiseriaCantare e il lavoro

Sono fortunata, ho sempre fatto dei lavori che mi piacevano, e ho avuto la fortuna di poterli cambiare nel momento in cui mi stufavo.
Quando facevo l’impiegata mi piaceva smanettare sul pc, ma non potevo fare mai niente perchè era tutto bloccato dal System Administrator. Per ogni cosa che provavo a fare mi usciva il messaggio “Contattare il System Administrator”.
Così ho deciso che da grande volevo fare il System Administrator.
Prima di arrivarci, ho lavorato come operaia di notte per tre anni, il periodo più divertente della mia vita. Lo rifarei subito, se non fosse che ora so che dopo due giorni morirei con quegli orari.
Poi sono riuscita a imboccare la strada dell’informatica, e oggi sono diventata in effetti una specie di System Administrator.
Lo dimostra il fatto che ogni volta che esce uno dei messaggi di cui sopra, tutti chiamano me. Se qualcosa non va con il gestionale il mio telefono è il primo che squilla. Quindi ok, sono un System Administrator, anche se mi manca ancora parecchia strada per esserlo davvero al 100%.

MiseriaCantare e la casa

Vivo da sola in 40 metri quadri dal primo maggio 2007. La mia casetta è il mio orgoglio, perchè rispecchia quel che sono in tutto e per tutto: piccola, colorata, calda, e piena di cose bellissime, muccate e inutili.
Ho un bagno color glicine/lavanda/fucsia che fa impazzire le donne e cancella la virilità degli uomini che ci entrano.
Sono una casalinga pessima, nella lotta contro lo sporco vince sempre lui. Il mucchio di polvere che trasloca della pubblicità dello Swiffer, al signor Swiffer gliel’ho prestato io, perchè quel coso vive in casa mia, precisamente sotto il mio letto.
In casa mia non ci sono oggetti di valore, la cosa più costosa che possiedo è l’iPhone, che però ormai è diventato un’estensione di me stessa medesima quindi vi voglio vedere a fregarmelo.

MiseriaCantare e il blog

Il primo blog nasce nell’ottobre del 2006, quasi per scherzo, mentre poi diventa un indispensabile punto di riferimento per i miei pensieri sconnessi e i miei costanti deliri.
All’inizio del 2010, con il cambio di decade (e di cambio epocale di vita della sottoscritta) nasce OBlezio, il nuovo blog, un po’ più maturo forse ma sempre pieno di minchiate come ai bei vecchi tempi. OBlezio è un nome che è nato durante un corso di Excel fatto qui in azienda, dove non ho imparato una fava ma mi sono divertita un sacco.
Purtroppo OBlezio è stato un po’ trascurato a causa dell’amore nato con Twitter, a volte sono troppo pigra per scrivere quello che penso, quindi mi rifugio nei più semplici 140 caratteri di un tweet che soddisfano velocemente il mio bisogno di esprimermi, anche se per i pensieri più complessi e articolati (leggi: le minchiate più grosse) OBlezio è sempre il posto number one.
Ho consociuto virtualmente un po’ di persone grazie al blog, che ritengo miei amici a tutti gli effetti. Sicuramente dopo aver scritto questa bio infinita saranno molti meno, ma pazienza, vi voglio bene lo stesso.

15 commenti su “OBlezio chi??

  1. Ti manca conoscere meeeeee!!!! E prima o poi, costi quel che costi, ce la dovremo fare!! 🙂 🙂
    Magari a Roma. Io ci voglio tornare. Tu devi visitarla assolutamente!! Quindi…si farà!! 🙂
    Che dire…….ma io ormai ti conosco troooooooppo bene!!! qui sopra non c’è nulla di nuovo per me, e la cosa mi fa piacerissimo, sai?
    Miseria Cantare chi????? AFI chi???????????? ahahahahahah Sei la numero 1. Sempre 😉

    PS: ma questo Twitter (da notare che ho dovuto riscriverlo perché inizialmente ho scritto Tweeter……..questo fa capire quanto lo utilizzi…) che dici? Prima o poi riuscirà a coinvolgermi? Sappi che comunque tu sei stata la prima umana a essere “followata” (si dice così? boh…)…tutti gli altri/le altre erano personaggi famosi….Non ti dico chi sono perché vorrei continuassi ad avere un’alta opinione di me ahahahah. Poi comunque ho aggiunto altre 2 o 3 persone in carne e ossa, non quei personaggi dello star system….Ma è inutile, quasi quasi a volte mi dimentico pure che mi ci sono iscritto. E comunque, io l’ho fatto…..tu però non hai fatto lo stesso su Facebook….E NON VA BENE!!!!!

    • Rob, grazie!! Mi son commossa….
      L’appuntamento a Roma per me è già preso, anche se non sarebbe male nemmeno venire a trovarti in Sardegna! 😀
      Per quanto riguarda Twitter… che dire, per me è stato amore al primo tweet, sarà perchè ho trovato subito persone interessanti da seguire, ad esempio per la Formula 1 è spettacolare perchè è il canale principale per avere info e news in tempo reale anche a campionato fermo, per dire… Per me è la manna dal cielo!! E poi c’è da dire che usato su uno smartphone è tutta un’altra cosa, l’hai sempre a disposizione e tutti gli aggiornamenti sono in tempo reale…. Io penso che tu ce la possa fare!! 😀
      E qui ti confesso un segreto: io un account su FB me lo sono fatta, per andare a vedere cose che richiedevano per forza l’iscrizione. Ne ho approfittato quindi per vedere un po’ come funziona, per trappolarci un po’…. e mi son stufata dopo 10 minuti. Lo uso veramente pochissimo, magari solo per vedere informazioni sulle aziende o sui locali. Ah, ovviamente mi sono iscritta con nome, cognome e data di nascita completamente fasulli! 😀

  2. questa breve, vera e dolce descrizione di te è un magnifico regalo per la tua mamma…. unica e speciale, ironica e favolosa…. e so di essere obiettiva 🙂

  3. Abiti a Modna, lo so.
    Qualche anno fa avevi preso una macchina nuova, lo so.
    Il tuo nome lo so.
    abiti da sola, lo so.
    di quella tua love story vagamente drammatica, so qualcosina (se è quella che penso).
    che ti piace la F1 lo so. (Forse avevo letto qualcosa o forse mi confondo con qualcun’altro)
    ti piace leggere, lo so (l’ho scoperto l’altro giorno).

    E mi ricordo anche una foto dei tuoi piedi….. (non sono feticista!)

    L’unica cosa che non riuscivo a capire quale fosse il tuo lavoro…. Ma adesso so anche quello 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...